Cerca nel sito
Spoleto monumenti Rocca Albornoziana

Spoleto, le meraviglie del punto più alto della città

La Rocca Albronoziana si erge maestosa sulla sommità del Colle Sant'Elia 

Rocca Albornoziana 
©iStocphoto
 Monumenti di Spoleto: la Rocca Albornoziana
Racchiusa all’interno di una vasta pianura, Spoleto è una città che incanta ogni visitatore. Il passato si può riscoprire in ogni dettaglio tra gli incantevoli vicoli, le piazze e i monumenti che lasciano senza fiato. Sul Colle Sant’Elia spacca l’imponente fortezza della Rocca Albornoziana, il punto più alto della città. Venne edificata a partire dal 1359 per volere di Innocenzo VI che all’epoca, per ristabilire l’autorità del Papa che dimorava ad Avignone, aveva avviato la costruzione di una serie di rocche nei territori del Centro Italia che facevano parte dello Stato Pontificio. Il Papa mandò il Cardinale spagnolo Egidio Albornoz, dal quale la fortezza prende il nome, a supervisionare i lavori che si protrassero fino al 1370 circa.

Leggi anche: IL DUOMO DI SPOLETO E GLI AFFRESCHI DI FILIPPO LIPPI

Divenuta negli anni anche residenza dei governatori della città, la Rocca si arricchì di decorazioni ed affreschi, molti dei quali andarono perduti quando la struttura venne trasformata, a inizio Ottocento, in carcere, funzione che mantenne fino al 1982. Dopo i dovuti restauri oggi si può visitare il castello che si presenta nella sua forma rettangolare.  Difeso da sei imponenti torri è dotato internamente di due cortili, uno sede della milizia armata e l’altro riservato agli amministratori e ai governatori, rispettivamente Cortile delle Armi e Cortile d’Onore, collegati da una costruzione arcuata a volta formata da archi, il fornice, decorato alla fine del Cinquecento con affreschi che rappresentano sei città dello Stato della Chiesa.Tra gli ambienti della zona di rappresentanza spiccano il Salone d’Onore, per cerimonie e banchetti, e la Camera Pinta con due bellissimi cicli ad affresco.

Leggi anche: BELLISSIMA SPOLETO: UN TEATRO NEL TEATRO

Quindici ambienti della struttura sono stati riadattati per ospitare il Museo Nazionale del Ducato di Spoleto, nato con lo scopo di ricostruire ed illustrare la storia del Ducato dal 574 alla fine del XIII secolo. ll  percorso espositivo della Rocca Albornoziana si sviluppa su due piani, uno spazio rettangolare circondato dalle quattro torrette difensive della fortezza: la torre del forno, la torre della balestra, la torretta e la torre maestra. Visitare il museo significa non solo far un salto nella storia cittadina, ma anche poter esplorare la Rocca in lungo, largo ed alto con panorami suggestivi su Spoleto e le campagne circostanti. Inoltre all’interno della fortezza sono situati anche il Laboratorio di diagnostica applicata ai Beni culturali e la Scuola europea di conservazione e restauro del libro antico, che certo non mancano di interesse.

Scopri tutti i MONUMENTI D’ITALIA
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Umbria
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100