Cerca nel sito
Lipari Terme di San Calogero Sicilia

Sicilia segreta: le terme di San Calogero a Lipari

Impiegate sin dai tempi della Magna Grecia, oggi Ecomuseo (dal futuro incerto)

Lipari
Di Unukorno - Opera propria, CC BY 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=36691489
Terme di San Calogero
Le isole Eolie sono nate da una serie di eruzioni nel corso delle ere geologiche. I fenomeno vulcanici sono ancora più che attivi, e difatti (oltre ai famosi lapilli di Stromboli) sono punteggiate di fumarole e sorgenti termali. Tra i segreti meglio custoditi dell’isola di Lipari, ci sono le suggestive Terme di San Calogero, che potrebbero essere state il primo stabilimento termale del Mediterraneo. Un luogo che oggi è divenuto un Ecomuseo, e nel quale, periodicamente, vengono organizzati eventi, ma in costante pericolo a causa della mancanza di fondi per la manutenzione (tanto che nel 2016 è stato messo in vendita).
 
Ma partiamo dall’inizio. Diodoro Siculo, Plinio il Vecchio, Strabone, Ateneo di Naucrati: illustri scrittori dell’antichità hanno fatto riferimento alle sorgenti calde di Lipari. Alcuni reperti archeologici, tra cui vasche vere e proprie, daterebbero i primi utilizzi delle acque termali al 50 a.C. Vi si trovano una vasca di epoca ellenistica, un antico tholos miceneo (monumento a forma di cupola). Insomma, gli antichi greci frequentavano le terme nell’isola sicula già molti secoli fa. Un terremoto nel IV secolo le dissestò fortemente, e per un periodo lo stabilimento visse uno stato di abbandono.
 
Fu un certo Calogero di Sicilia (futuro Santo) a riaprire le terme ed occuparsi di riattivarle, tanto che ancora oggi sono note con il suo nome. Nei secoli le Terme di San Calogero conobbero periodi di largo utilizzo e altri di rovina, anche in base alla storia stessa di Lipari. Finché, nella seconda metà del 1800, in seguito ad un’analisi delle acque che le ritenne buone per le cure termali, esse ripresero ad essere frequentate. Fu costruito lo stabilimento vero e proprio, il grande edificio ottocentesco che ancora oggi domina l’area. Purtroppo, ancora una volta le terme si trovarono a soccombere a periodi di parziale abbandono. Lo stabilimento non fu mai veramente redditizio e, complici eruzioni, terremoti, lo scoppio delle guerre mondiali, mai giunse davvero allo splendore. 
 
Numerosi progetti, dagli anni ’70 ad oggi, hanno attuato modifiche (a volte criticate) allo stabilimento, fino a che nel 2011 una cooperativa lo rese nuvamente funzionale per accogliere visitatori in occasione di spettacoli. Nel 2013 è stato nominato Ecomuseo della Memoria sulla storia delle Terme di San Calogero, ma il suo destino rimane incerto. Quello che è sicuro, è che si tratta di una vera ‘chicca’, un angolo segreto di Sicilia, di Eolie, di Lipari stessa che costituisce una interessante deviazione dai circuiti tradizionali. 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100