Cerca nel sito
Patrimoni Unesco Italia: Genova, le Strade Nuove e i Palazzi dei Rolli

L'Unesco a Genova tra Strade Nuove e Palazzi

I Palazzi dei Rolli sono entrati a far parte dei Patrimoni dell'Umanità dal 2006

Rolli di Genova
©iStockphoto
Genova, scorcio del Palazzo Reale
A Genova quello che è stato dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità nel 2006 è inserito con la dicitura Le Strade Nuove e il Sistema dei Palazzi dei Rolli. Che costituiscono uno straordinario modello di lottizzazione residenziale nobiliare rimasto al centro della città moderna, grazie all’uniformità dell’impianto urbanistico e alle caratteristiche architettoniche dei palazzi. L’insieme dei Palazzi nobiliari sulle Strade Nuove formano una singolare identità sociale ed economica che inaugura l’architettura urbana di età moderna in Europa. I pregevoli palazzi dall’indiscusso valore architettonico illustrano l’economia e la politica della città mercantile all’apice del suo potere nel XVI e XVII secolo.

Leggi anche: Liguria: i Rolli di Genova in veste speciale

Questi palazzi, con la loro eleganza, rappresentavano la grandezza di Genova agli occhi del mondo e facevano parte di registri cittadini, i cosi detti rolli, attraverso cui venivano scelte le residenze dove ospitare gli illustri ospiti in visita di Stato. Fu nel 1576 che la Repubblica di Genova stabilì legalmente  la lista dei Rolli, che oggi sono quarantadue palazzi completamente restaurati. Nel 1551 la costruzione delle Strade Nuove diede un ulteriore impulso a Genova, diventano il quartiere benestante della città dove si trovavano le residenze delle famiglie più importanti e la nuova classe di governo. I primi rolli, cioè le liste, avevo un criterio che può essere oggi paragonato alla classificazione degli hotel in base alle stelle: i palazzi erano suddivisi in bussola per categorie di qualità. Quello che li accomuna tutti sono la raffinatezza architettonica, l’eleganza delle facciate, la ricchezza delle decorazioni e delle opere d’arte all’interno, gli imponenti scaloni di ingresso, i cortili interni decorati da splendidi loggiati e i giardini verdeggianti.

Scopri di più su Genova con STILE.IT

Tra i palazzi più prestigiosi spiccavano quelli in Via Lomellini, in via Garibaldi e in via Balbi. Fra i più belli ci sono sicuramente il seicentesco Palazzo Rodolfo e Francesco Maria Brignole e i cinquecenteschi Palazzo Luca Grimaldi e Palazzo Niccolò Grimaldi. Le tre dimore ospitano oggi la prima sezione dei Musei di Strada Nuova e importanti collezioni d’arte italiana, fiamminga e spagnola fra cui anche opere del Guercino, del Veronese, di Antoon Van Dick, di Caravaggio e la celebre “Maddalena Penitente” di Canova. Senza scordarsi del Palazzo Reale in Via Balbi, costruito nel Seicento dalla famiglia Balbi e divenuto dimora reale dei Savoia due secoli dopo, e il Palazzo Doria Spinola, con i magnifici salotti interni, il cortile rinascimentale e gli affreschi della Sala degli Arazzi e del Salone.
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Liguria
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100