Cerca nel sito
Rifreddo streghe Gambasca

Il grande processo alle streghe di Rifreddo

Il borgo piemontese è stato teatro di un processo dell'inquisizione passato alla storia

Stregoneria
istockphotos
Rogo - stregoneria
Rifreddo è il nome di un borgo piemontese della provincia di Cuneo, situato in bassa Valle Po, ai piedi del Monviso, e poggiato sulle pendici del Monte Bracco. Sembrerebbe tutto incredibilmente idilliaco se non fosse che il passato di Rifreddo è tutt’altro che tranquillo e spensierato. Avvenne qui infatti un importante processo alle streghe, peculiare soprattutto perché i verbali sono giunti sino a noi. E perché i cacciatori di presenze paranormali giurano che qui ancora aleggiano le anime delle donne torturate e condannate.
 
Ci troviamo nel 1495, in piena Inquisizione. Alcune donne di Rifreddo e dell’adiacente paese di Gambasca finiscono sotto accusa della Chiesa, rappresentata a Rifreddo dal monastero cistercense femminile locale (una bolla papale giunta ai giorni nostri ne riconosce l’autorità giudiziaria territoriale). Fu proprio su richiesta della badessa che venne inviato da Milano un inquisitore, Vito Beggiani, il quale doveva indagare sulla morte di un inserviente del convento. Scattò immediatamente la caccia alla strega, anzi alla masca come viene chiamata nel luogo. Caterina Bonivarda, di Gambasca, viene indicata come la presunta masca, e pertanto messa a processo. Come spesso accadeva, anche altre donne a lei vicine (o presunte tali) vennero accusate con l’effetto domino tragicamente noto in epoca di Inquisizione. 
 
Sono relativi al processo di Caterina Bonivarda i documenti che l’archivio comunale di Rifreddo conserva. Atti processuali di grandissimo valore dato che in Italia si contano sulle dita di una mano le testimonianze scritte delle vicende giudiziarie legate alla stregoneria. Nei documenti si possono leggere le deposizioni dei cittadini, incluse quelle del Tempus Gratiae, ovvero i giorni che l’inquisitore concedeva al popolo per portare la propria testimonianza e indicare eventuali streghe. Ma anche le versioni delle donne accusate, che finivano per ammettere i loro legami demoniaci e ogni genere di nefandezza (naturalmente dopo essere state imprigionate e torturate). Il processo si conclude con la condanna, naturalmente.
 
A Rifreddo questo processo viene rievocato in un evento a tema che coinvolge l’intero paese, ‘Le notti delle streghe’. Si tiene la penultima domenica di Ottobre, ed è una manifestazione in cui da un lato si ripercorre questa oscura vicenda, dall’altro si omaggiano le donne vittime di tutti i processi inquisitori. L’evento prevede letture e ricostruzioni storiche, passeggiate e visite a tema, inclusa quella tra le rovine del monastero da cui tutto partì (e che fu teatro del processo stesso). Le notti delle streghe è stata insignita del riconoscimento di ‘Meraviglia Italiana’.
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Piemonte
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100