Cerca nel sito
Museo del Gelato Bologna

Il gelato ha il suo museo, ed è il più goloso del mondo

In provincia di Bologna il Gelato Museum Carpigiani, dedicato alla delizia cremosa

Cono gelato
istockphotos
Gelato
Fino a poco fa era l’unico al mondo, oggi ha ‘concorrenti’ a New York e a Los Angeles, ma il gelato artigianale per antonomasia è italiano (tanto che il concetto di ice-cream è assolutamente diverso), e difatti è in Italia che si trova il centro culturale d’eccellenza dedicato alla specialità cremosa. Si tratta del Gelato Museum Carpigiani, e si trova ad Anzola dell’Emilia, a pochi chilometri da Bologna. Inaugurato nel 2012, approfondisce la storia, la cultura e la tecnologia del gelato artigianale, e di tutte le professionalità che attorno ad esso ruotano, incluse quelle che nel passato ne hanno dettato l’evoluzione.
 
Il percorso espositivo più goloso del mondo si dipana su oltre 1000 metri quadrati, all’interno di un ex spazio industriale riconvertito. Al suo interno si trovano spazio macchinari e strumenti, sia del passato che del presente, postazioni multimediali, documenti e fotografie storiche. Inoltre, il Museo permette di vivere una ‘Gelato Experience’ personale, partecipando a laboratori, degustazioni, lezioni dimostrative per grandi e bambini. Potete trovare tutte le informazioni sul sito del museo
 
Ma torniamo al gelato: da dove viene? Chi lo ha inventato? Il gelato nel mondo è considerato una specialità italiana, quasi alla stregua della pizza, per intenderci. E’ però all’antica Mesopotamia che si associano le prime tecniche di conservazione della neve e di raffreddamento delle bevandeTuttavia anche gli antichi romani prevedevano alcuni strumenti per filtrare la neve e usarla per rinfrescare le bevande. Mentre gli arabi realizzavano lo shrb, uno sciroppo di zucchero ghiacciato che ottenevano da oltre 400 tipi di fiori coltivati in Sicilia. Una sorta di sorbetto agli albori. Insomma, la storia del gelato alle sue origini ricollega tra loro diverse culture dell’area Mediterranea. 
 
E’ stato tuttavia il Rinascimento italiano, precisamente quello fiorentino, a perfezionare il concetto di sorbetto e permette l’evoluzione che lo ha portato a diventare una crema, realizzata anche con ingredienti come l’uovo, il latte, il caffè. Nel diciannovesimo secolo, dopo fasi di perfezionamento, il gelato e il sorbetto, a questo punto distinti, compaiono in tutti i menu importanti, nei ricettari. Arriva quindi il ghiaccio artificiale, che permette all’antenato del gelato di essere consumato anche per strada, grazie ai venditori ambulanti. E’ qui che alcuni artigiani del nord Italia, in particolare del Veneto e Friuli, cominciano a portare il gelato italiano in giro per il mondo. Naturalmente le tecnologie permettono di affinare le ricette, nascono le gelaterie, i produttori, i consorzi. Il resto è attualità, ma tutte le curiosità in merito a questo delizioso dolce si possono soddisfare nel Gelato Museum Carpigiani. Compresa la voglia di assaggiarlo. 
 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Emilia Romagna
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100