Cerca nel sito
Bressanone monumenti da visitare Abbazia di Novacella

I tesori poco noti dell'Abbazia di Novacella, vini inclusi

Nelle immediate vicinanze di Bressanone sorge una delle più prestigiose abbazie dell'Arco Alpino 

Veduta aerea dell'Abbazia di Novacella
©Abbazia Novacella
Panorama del complesso dell'Abbazia di Novacella
Nella zona vitivinicola più settentrionale d’Italia, in Alto Adige, si trova l’Abbazia di Novacella, che gode anche della presenza di un’ottima cantina di vini. Qui si produce vino sin dal Medioevo e l’esperienza plurisecolare combinata alle tecnologie più all’avanguardia trasmette ai vini prodotti la giusta personalità. Se il richiamo da queste parti non è solo per accontentare il palato ma anche per soddisfare qualche curiosità di tipo artistico, culturale ed architettonico una visita alla principale meta turistica e spirituale di Novacella, nel comune di Varna, è d’obbligo.

Leggi anche: BRESSANONE, LA CITTA' GIARDINO

Del complesso architettonico fanno parte la biblioteca del monastero, la via crucis gotica, la fontana delle otto meraviglie sui cui lati sono raffigurate le sette meraviglie dell’antichità e sull’ottavo lato l’abbazia stessa, e la basilica. Davanti all’Abbazia si trova la Cappella di San Michele, chiamata anche Castello dell’Angelo per le sue caratteristiche architettoniche che ricordano l’omonimo edificio romano. Le origini risalgono al 1142, periodo in cui il beato Artmanno, vescovo di Bressanone, decise di erigere a Novacella un monastero. Fin dalla sua fondazione l’Abbazia offrì ospitalità ai pellegrini diretti a Roma o verso la Terra Santa. Ma in poco tempo divenne un centro culturale, oltre che spirituale, noto in tutta Europa grazie anche alla scuola conventuale e al profondo interesse per la scienza e l’arte. Non solo è uno dei conventi più maestosi e meglio conservati del Tirolo, ma offre al visitatore la possibilità di catapultarsi indietro nelle epoche più importanti della storia dell’arte poiché Romanico, Gotico, Barocco e Rococò sono tutt’oggi ben visibili e possono essere ammirati nel loro armonioso accostamento.

Leggi anche: AL RIVIARUM DI BRESSANONE PER TUTELARE LA BIODIVERSITA'

Il Giardino storico è uno dei fiori all’occhiello del complesso, con i suoi boschi, i vigneti, i masi e la cantina. Al complesso fortificato si accede tramite un piccolo ponte coperto. Qui si trovano gli edifici  e le strutture di diverse epoche e stili differenti, come il campanile in stile romanico, il coro e presbiterio della chiesa e chiostro in stile gotico, la chiesa e biblioteca in forme barocche e rococò. La chiesa di Santa Maria Assunta è stata interamente rifatta nel Settecento in stile barocco da Giuseppe Delai, mantenendo il presbiterio gotico. Al suo interno sono conservati numerosi pregevoli dipinti e affreschi. 

Scopri tutti i MONUMENTI D’ITALIA
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Trentino - Alto Adige
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100