Cerca nel sito
Mantova monumenti da visitare palazzi storici

I palazzi storici più belli di Mantova

Da Piazza Broletto al Palazzo Te un tour attraverso i migliori esempi architettonici e storici dei palazzi mantovani

 Palazzo Canossa di Mantova
©Di Sebi1 - Opera propria, Pubblico dominio, Wikimedia Commons
 Mantova, facciata di Palazzo Canossa
Un itinerario alternativo per andare alla scoperta di Mantova può essere quello che invita ad ammirare i più bei palazzi, dove si incontrano arte, storia ed architettura. In Piazza Broletto si trova il Palazzo del Podestà, chiamato anche Palazzo Broletto, che si presenta come un imponente edificio a struttura medievale: nato per ospitare le più importanti attività pubbliche cittadine e restaurato intorno alla metà del Quattrocento, offre sul lato volto verso Piazza Broletto un'edicola gotica che racchiude l'altorilievo di Virgilio in cattedra. Sul lato sinistro del Palazzo sorge l'arengario, edificato intorno al 1300 per collegare il Palazzo del Podestà al Palazzo del Massaro, che conserva affreschi del Quattrocento nella vasta sala del pianterreno, ora adibita a ristorante.

Leggi anche: MANTOVA, LA MERAVIGLIA DELLA CAMERA DEGLI SPOSI

Piazza delle Erbe è chiusa sulla parte settentrionale dalla facciata posteriore del Palazzo del Podestà, mentre sul lato opposto, all'angolo con Piazza Mantegna, si erge la Casa del Mercante, commissionata nel 1455 dal mercante Boniforte da Concorrezzo e sovrastata dalla trecentesca Torre del Salaro, anticamente adibita a magazzino per il sale. Sul lato orientale sorge invece Palazzo della Ragione sede di mostre ed esposizioni. Spostandosi nel Ghetto ebraico si può ammirare la Casa del Rabbino, la cui facciata di fine Seicento è impreziosita da stucchi con vedute ideali di città bibliche. Non lontano il Palazzo della Camera di Commercio è sorto sulle macerie dello sventramento del ghetto. Il Palazzo degli Studi venne fatto costruire dai Gesuiti nel 1620 per insediarvi l’Università e nel 1780 Maria Teresa d'Austria vi fondò l'Imperial Regia Biblioteca di Mantova, ovvero la  Biblioteca Teresiana. Il seicentesco Palazzo Canossa sorge nell’omonima piazza mentre Palazzo Cavriani, in Via Trento, risale a metà del Settecento.

Leggi anche: MANTOVA, NELLA CHIESA PIU' ANTICA DELLA CITTA'

Il maestoso Palazzo d’Arco è un museo dove si possono visitare gli ambienti settecenteschi completamente arredati. Cosi come rinascimentale si presenta Palazzo Arrivabene, dimora gentilizia quattrocentesca. Si arriva poi al Palazzo Municipale, del Cinquecento, a lungo proprietà di Scipione Gonzaga prima di diventare sede degli Uffici del Comune. Particolarmente suggestiva è la Casa della beata Osanna Andreasi, conservatasi intatta nella facciata, negli interni e nel giardino come nel Quattrocento. Alta espressione del barocco a Mantova è Palazzo Valenti Gonzaga, antica dimora della nobile famiglia Valenti Gonzaga, dove si  possono ammirare affreschi ed apparati decorativi. Dopo il Palazzo di Giustizia, la Casa del Mantegna, Palazzo San Sebastiano sede del Museo della Città, immancabile è ovviamente Palazzo Te, il capolavoro di Giulio Romano: la villa suburbana fu costruita per volere di Federico II Gonzaga con funzioni di residenza, di svago, di ospitalità e di rappresentanza.

Scopri tutti i MONUMENTI D’ITALIA
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Lombardia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100