Cerca nel sito
Giappone, mostre, Italia

Da Edo ad Hiroshima, il Giappone si mette in mostra

In occasione 150° Anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia, 3 mostre raccontano il lontano continente nipponico con l'arte contemporanea, la fotografia e la grafica

Libellula e crisantemi
www.palazzorealemilano.it 
Utagawa Hiroshige - Libellula e crisantemi, 1837-1838 circa
Inaugurata in occasione del 71° anniversario dell'esplosione atomica di Hiroshima, fino al 16 ottobre il MAMbo presenta negli spazi della sua Collezione Permanente la serie "Facing Histories" di Yumi Karasumaru, l'artista nata a Osaka che vive e lavora da molti anni fra Bologna e il Giappone. Il 6 agosto 1945 una bomba atomica venne sganciata dagli americani sulla città di Hiroshima, in Giappone. Tre giorni dopo Nagasaki venne colpita allo stesso modo. Le due città vennero quasi completamente distrutte e decine di migliaia di persone morirono istantaneamente. Moltissimi morirono in periodi successivi per gli effetti delle ferite e delle radiazioni e molti sopravvissuti patirono gravissime e irreversibili menomazioni.
 
S'intitola “Omaggio al Giappone” la mostra che fino al 5 gennaio 2017, presso il Museo civico Pier Alessandro Garda di Ivrea (TO) propone uno sguardo approfondito sulla fotografia nipponica contemporanea attraverso l’obiettivo dei suoi maggiori e più riconosciuti maestri. La rassegna, che si tiene in occasione del 150° anniversario dei rapporti tra Italia e Giappone, ben s’inserisce all’interno del percorso espositivo del museo eporediese che conserva un’importante collezione di arte orientale, con una prevalenza di opere provenienti dal Giappone.
 
Fino al 29 gennaio 2017 sarà possibile visitare a Palazzo Reale l'attesa mostra dedicata ai tre grandi maestri dell’ukiyoe. Si tratta di “Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Luoghi e volti del Giappone che ha conquistato l’Occidente” che attraverso una selezione di oltre 200 opere racconta il Mondo Fluttuante, contrapposta all'etica del samurai e dedita al godimento di ogni singolo momento, al piacere e al divertimento in ogni sua forma. Tante furono le scuole e gli artisti che si specializzarono in questi temi, tuttavia tre sono i maestri che ancora oggi rimangono punti di riferimento indiscussi: Katsushika Hokusai (1760-1849), Utagawa Hiroshige (1797-1858) e Kitagawa Utamaro (1753 – 1806). La mostra si inserisce all’interno di un calendario di eventi che avranno luogo in Italia lungo tutto l’arco del 2016 per celebrare il 150° Anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia con la stipula del primo Trattato di Amicizia e Commercio, firmato il 25 agosto 1866 tra Italia e Giappone, che diede inizio ai rapporti diplomatici tra i due Paesi.
 
 
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su CULTURA
Correlati per territorio
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100