Cerca nel sito
cremona violino museo stradivari tour

Cremona, un violino per amico

Nella primavera del 2013 verrà inaugurato il MdV - Museo del Violino, opera unica nel suo genere. Nel weekend è prevista un'apertura straordinaria per il pubblico. Occasione buona per scoprire il Percorso Liutaio nella città natale di Stradivari.

Cremona Cattedrale
©Shutterstock
Il violino è nato a Cremona più di quattrocento anni fa. Non a caso la città perpetua con orgoglio una grande tradizione liutaria che vanta personalità del calibro di Stradivari, Amati e Guarnieri, praticamente le più grandi famiglie di liutai di ogni tempo. Ancora oggi numerose sono le botteghe di liutai che vivono della fabbricazione di violini, costruiti rigorosamente secondo l’arte tradizionale ereditata dai celebri maestri. Una visita a Cremona non può che includere il Percorso Liutaio, dove l’amore per la musica diventa sensibilità estetica.

Nell'attesa della realizzazione di quella straordinaria opera che sarà il Museo del Violino (inaugurazione prevista per la primavera del 2013) di cui nei prossimi giorni si potrà godere una eccezionale anteprima, il percorso può cominciare dalla Sala dei Violini del Palazzo Comunale (piazza del Comune, 8, tel. 0372/407205 – 407206 – 407019) dove sono esposte le opere dei maestri più rappresentativi della liuteria cremonese: dal “Carlo IX di Francia” (1566) di Andrea Amati al “Cremonese 1715” di Antonio Stradivari, allo “Stauffer 1734” di Giuseppe Guarnieri detto del Gesù. 

Continuando verso i Giardini Pubblici si arriva alla chiesa di S. Domenico, dove fu sepolto Antonio Stradivari la cui casa nuziale è ancora visibile in corso Garibaldi al numero 57. Più avanti (corso Garibaldi, 178) si incontra Palazzo Raimondi, sede della Scuola Internazionale di Liuteria con il museo Organologico e della Scuola di Filologia e Paleografia Musicale.

Il violino, strumento virtuosistico per eccellenza, ha conosciuto nel Barocco la sua epoca d’oro, divenendo la voce della musica colta, genericamente definita “classica”. È in questo periodo che nasce e opera a Cremona quel genio incontrastato dell’arte liutaria che fu Antonio Stradivari (1648-1737). Nell’arco della sua vita costruisce tra i 1000 e i 1200 strumenti ad arco e a corda, perfezionando a tal punto la tecnica della costruzione da rendere un semplice strumento musicale un’opera d’arte.

Il Museo Stradivariano (via Palestro, 17, tel. 0372/46 18 86), tributo al grande Maestro e alla storia della musica classica italiana, è composto in gran parte dal materiale rimasto nella bottega di Stradivari dopo la sua morte e da donazioni private, in particolare quelle di Ignazio Alessandro Cozio, conte di Salabue (1755-1840). Il conte è considerato dagli storici il maggiore collezionista ed esperto, nel campo degli strumenti ad arco, del suo tempo. Nel 2003 all'interno del museo è stato ideato anche un percorso di visita per ipovedenti, non vedenti e non udenti. Con il biglietto di ingresso al Museo Stradivariano (7,00 euro intero 4,00 euro ridotto) si accede anche al Museo Civico “Ala Ponzone” (Palazzo Affiatati, via Ugolani Dati, 4, tel. 0372/407269: segreteria).

Particolarmente adatto per chi volesse conoscere la tecnica di costruzione e i trucchi per la riparazione dei violini, è il Laboratorio di Liuteria del Maestro Philippe Devanneaux, nel centro storico di Cremona, a pochi passi dal Duomo (via Sicario, 12). Per la visita è necessaria la prenotazione: tel. 3408498023, 0372/45 74 66 (segreteria telefonica).

Il MdV Museo del Violino in anteprima. Un evento di grande richiamo, fortemente voluto dal sindaco Perri e dal cav. Arvedi, si svolgerà questo weekend (sabato 8 e domenica 9 dicembre) invitando il pubblico a partecipare "all'Open Day" . L'innovativo allestimento del Museo e del suo avveniristico Auditorium sarà a portata di occhi e udito di tutti. Esibizioni di artisti del territorio allieteranno la visita. Informazioni utili: Sabato 8 dicembre MdV sarà aperto dalle 16 alle 20,45 con orario continuato. Alle 21, nell’Auditorium si esibiranno i migliori allievi dell’Istituto “Monteverdi” di Cremona. Domenica 9 dicembre sarà possibile visitare il Museo dalle 10 alle 16.45 con orario continuato. Alle 17 ancora grande musica con il concerto de “I Solisti di Cremona”.
Saperne di più su CULTURA
Correlati per territorio
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100