Cerca nel sito
Valtellina Carnevale 2017

Carnevale in Valtellina: gli appuntamenti da non perdere

Le tradizioni dell'arco alpino durante i festeggiamenti per Carnevale: ecco le località con gli eventi più tipici

Carnevale in Valtellina
©Valtellina.it
Grosio. Valtellina. Carneval Vecc
Tra l’Italia e il Canton Svizzero delle Grigioni, la Valtellina è una delle regioni alpine più famose. E non solo per le straordinarie possibilità di vacanze in montagna che offre, ma anche per le sue tradizioni. Non è da meno neanche per le celebrazioni del Carnevale, qui particolarmente sentito. Tra maschere tipiche, carri allegorici ed antiche tradizioni c’è davvero l’imbarazzo della scelta grazie ai numerosi ed imperdibili appuntamenti. Ad incominciare da Sondrio, con le tre giornate di festa che iniziano dal venerdì del Carnevale dei Ragazzi: spettacoli musicali e degustazioni delle delizie valtellinesi, la scenografica sfilata del Corteo Reale, la discesa dal campanile del Re e della Regina e la parata dei carri allegorici. Dal 23 al 28 febbraio Livigno, oltre ai carri multicolori, alle sfilate con travestimenti originali e giochi d’altri tempi sul ghiaccio e sulla neve, vede come protagoniste dei festeggiamenti le contrade del paese. Gli abitanti di Rane, Spazzon, Truzz e Trepall, per vincere il prestigioso trofeo in palio, si sfidano infatti in divertenti giochi di abilità e creatività.

Leggi anche: VIAGGIO TRA I SAPORI DELLA VALTELLINA

Il 26 febbraio è la volta di Bormio con il Carneval di Mat: rievocando un antichissimo costume, i cittadini eleggono con una cerimonia il Podestà di Mat che per un giorno svolge le funzioni del sindaco, sovvertendo così l’ordine politico del paese; spetta poi ad Arlecchino e alla Compagnia di Mat il compito di leggere pubblicamente i pettegolezzi e le lamentele depositate per tutto l’anno in Piazza del Kuerc. A cui seguono la tradizionale Polenta dei poveri, la sfilata dei bimbi mascherati e, per i più impavidi, la scalata del palo della cuccagna. Aprica incomincia a festeggiare il 2 marzo con la Festa par i Sciori, ovvero i signori di un tempo: si tratta di una rievocazione storica dove gli abitanti della Contrada San Pietro, in costumi tipici, mettono in scena i mestieri di un tempo ed invitano ad entrare nelle case e nelle cantine offrendo prodotti locali preparati secondo le migliori ricette. Non può mancare una sfilata in maschera sugli sci.

Leggi anche: NON SOLO MONTAGNE IN VALTELLINA

La carrellata dei Carnevali si conclude il 5 marzo a Grosio: qui il Carneval Vecc da sempre viene celebrato la prima domenica di Quaresima. A bordo di carri variopinti sfilano, secondo un ordine prestabilito, le Maschere Vecchie, che vengono indossate sempre dalle stesse persone: apre il corteo la coppia Magra Quaresima e Carneval Vecc, impersonati da un’anziana vestita di stracci e un signore rubicondo: sono l’allegoria del passaggio dal Carnevale alla Quaresima. Seguono l’Orso e il suo Domatore, la vecchia Bernarda che trasporta una pesante cesta di legno, il Poppante che spruzza vino dal biberon e il Buffone Toni, a completare il quadro dei buffi personaggi carnevaleschi della Valtellina. 
Correlati per regione Lombardia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100