Cerca nel sito
Guercino, mostre, Pollock, Emilia Romagna

4 imperdibili mostre in Emilia Romagna

Da Michelangelo a Duchamp in evidenza le migliori mostre dell'Emilia Romagna

André Masson
© André Masson by SIAE 2017
André Masson - Goethe and theMetamorphosis of Plants, 1940  
A Palazzo Albergati, ultimi giorni per visitare  la straordinaria mostra dedicata agli artisti che hanno rivoluzionato l’arte nel Novecento. Si tratta di DUCHAMP, MAGRITTE, DALÌ. I rivoluzionari del ‘900  che mette in scena uno dei periodi più dirompenti di tutta la storia dell’arte, grazie alle opere provenienti dall’Israel Museum di Gerusalemme, realizzate da artisti come Marcel Duchamp, Man Ray, René Magritte, Max Ernst, Francis Picabia, Kurt Schwitters, Salvador Dalì e Jackson Pollock. 
 
La mostra Da Correggio a Guercino. Capolavori su carta della collezione dei duchi d’Este ha aperto la nuova stagione espositiva della Galleria Estense di Modena. L'esposizione attinge dal grande patrimonio delle ollezioni della gallaeria conservate in deposito. I disegni oggi in Galleria Estense provengono da vicende plurisecolari. Le fonti suggeriscono la presenza di alcuni capolavori di grafica già nei celebri camerini di Alfonso I d’Este, nel Castello di Ferrara. È però soprattutto nel corso del Seicento che i duchi d’Este, ormai trasferiti a Modena, danno vita a una vera e propria raccolta moderna di disegni. 
 
Presso i Musei di San Domenico è possibile visitare “L’Eterno e il tempo tra Michelangelo e Caravaggio” una mostra caratterizzata da un percorso espositivo allestito per la prima volta nella Chiesa conventuale di San Giacomo Apostolo, a conclusione del suo integrale recupero. L'iniziativa  documenta quello che è stato uno dei momenti più alti e affascinanti della storia occidentale e che rappresenta l’avvio della nostra modernità, ovvero gli anni che idealmente intercorrono tra il Sacco di Roma (1527) e la morte di Caravaggio (1610), tra l’avvio della Riforma protestante (1517-1520) e il Concilio di Trento (1545-1563), tra il Giudizio universale di Michelangelo (1541) e il Sidereus Nuncius di Galileo (1610).
 
Nei suggestivi spazi dell’Abbazia cistercense di Valserena, rimane aperta fino all'8 aprile la mostra Ettore Sottsass. Oltre il design. L'esposizione, curata dal Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma, è stata realizzata in stretta collaborazione con un gruppo di lavoro composto da storici dell’architettura, del design e dell’arte contemporanea, designer e archivisti. Nel 1979, infatti, Ettore Sottsass donò quasi 14.000 materiali progettuali fra schizzi, bozzetti disegni e sculture proprio allo CSAC che nel centenario della nascita dell’autore, a partire dalla preziosa donazione, ha deciso di ideare questo importante progetto espositivo ed editoriale.
 
 
I PIU' BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su CULTURA
Correlati per territorio
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100