Cerca nel sito
Arte del '900, mostre, Italia

4 esposizioni sul '900 da non perdere in Italia

Dall''astratto di Kandinskij ai colori di Mirò, fino all'incontro di Chagall con Missoni

Les Amoureux Au Soleil Rouge
Ufficio Stampa Alfio Grasso
Marc Chagall – Les Amoureux Au Soleil Rouge
Sono 49 le tele di Vassily Kandinsky che al MUDEC ricostruiscono il viaggio pittorico dell'artista verso l'astrazione nella mostra “Kandinskij, Il cavaliere errante”. Fino al prossimo 9 luglio lesposizione racconta il “periodo del genio” dell’artista russo che porta alla svolta completa verso l’astrazione. Le opere, alcune delle quali mai viste prima in Italia, provengono dai più importanti musei russi georgiani e armeni, come l’Ermitage di San Pietroburgo, la Galleria Tret’jakov, il Museo di Belle Arti A.S. Puškin e il Museo Panrusso delle Arti Decorative, delle Arti Applicate e dell’Arte Popolare di Mosca, Museo Nazionale Georgiano di Tiblisi, la Galleria Nazionale dell’Armenia di Erevan.
 
Il grande pittore catalano è il protagonista di una vasta retrospettiva a Palazzo Albergati, intitolata Mirò! Sogno e colore. Trasgressivo, anticonformista e selvaggio, l’artista catalano per tutta la vita ha affiancato alla sua anima più contemplativa una poetica unica tra sogno e colore, così da sfuggire alla banalità e al convenzionalismo, dando vita a un linguaggio artistico universale ma allo stesso tempo unico e personale. Le opere in mostra provengono dalla Fondazione Pilar i Joan Miró di Maiorca che custodisce una collezione donata dall’artista e da sua moglie di 5000 pezzi e che conserva ancora pennelli, tavolozze e attrezzi del mestiere rimasti lì dal giorno in cui è morto, come lui li aveva lasciati. 
 
Fino al primo ottobre nei rinnovati spazi dell’Ex Convitto Ragusa di Noto è allestita “Marc Chagall, Ottavio Missoni. Sogno e colore”, una mostra in cui l'arte di Marc Chagall incontra quella di Ottavio Missoni. Due maestri del colore, due uomini che vissero il “secolo breve” e le sue rivoluzioni, due artisti che non si sono mai incontrati, si parlano attraverso le loro opere in un dialogo tra sogno e colore. L’esposizione, che ha già incuriosito la critica nazionale durante la sua prima tappa in Lombardia, arriva a Noto arricchita da diverse opere, tra cui un grande dipinto a olio e nuove installazioni.
 
Fino al prossimo primo ottobre la Galleria d’Arte Moderna di Roma racconta l’arte della prima metà del Novecento attraverso dodici dei suoi maggiori esponenti. È la mostra “Stanze d’artista. Capolavori del ’900 italiano” che dedica a ciascuno degli artisti in mostra uno spazio esclusivo in cui alle opere sono affiancate le parole degli autori, tratte dai loro diari, lettere e scritti teorici o critici, così da offrire un commento critico quale migliore non potrebbe essere provenendo dalla stessa fonte creativa dei capolavori presentati.
 
 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per territorio
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100