Cerca nel sito
Emilia Romagna Terme italia Fanghi Cure termali

Emilia Romagna: i migliori bagni di relax

Sono tanti i centri termali della regione dove sperimentare i benefici di acque e fanghi terapeutici che combattono lo stress dell'organismo

terme,emilia romagna, benessere
Emilia Romagna Terme (www.emiliaromagnaterme.it)
Terme dell'Emilia Romagna
Il benessere alle Terme è il frutto di una scelta naturale per rigenerare la forma fisica, combattere lo stress, curare la bellezza, dedicare una pausa rilassante a se stessi. Sin dall’antichità i fanghi termali sono stati utilizzati per migliorare lo stato di salute e il benessere dell’organismo. Ancora oggi, come allora, mantengono una loro validità avendo assunto col tempo un ruolo e un’applicazione ben precisa in campo terapeutico. Nello specifico, i fanghi termali delle Terme dell’Emilia Romagna sono ricchissimi di sostanze minerali poiché vengono miscelati e lasciati maturare nelle acque termali. Queste ultime si distinguono in acqua sulfurea, che grazie alla presenza di zolfo agisce sulle mucose provocando vasodilatazione, e acqua salsobromoiodica ad elevato contenuto salino ed ad azione antinfiammatoria e decongestionante.

FOTO: LE PIU' ROMANTICHE TERME D'ITALIA

IL TRATTAMENTO. Il Fango, dopo lunga maturazione nell'acqua termale, è applicato sulla parte del corpo da trattare, cedendo ad essa calore privo di umidità (perché le acque termali sottraggono umidità e NON la cedono) e i principi curativi della stessa acqua. A seguire il Bagno terapeutico in acqua termale, a temperatura e dosaggio controllati e il massaggio manuale che favorisce il completamento del trattamento. A livello cutaneo, la profonda azione dei fanghi delle Terme dell’Emilia Romagna, è legata al cosiddetto “effetto osmotico”: quando vengono applicati creano uno strato isolante che aumenta la temperatura della pelle, dilatando i pori e rendendo l’epidermide più ricettiva ai principi attivi racchiusi nella miscela di fango.

Leggi anche: VITAMINA C SULLA PELLE TRA LE COLLINE MODENESI

L’ESPERTO. I fanghi terapeutici delle diverse stazioni delle Terme dell’Emilia Romagna sono il frutto dell’impasto con l’acqua termale; sono costituiti da una componente solida argillosa, una componente liquida (acqua termale) e da una componente organica (alghe, batteri, protozoi, etc.). Prima di essere usati a scopo terapeutico subiscono un lento processo di maturazione in apposite vasche, a contatto diretto con l’acqua termale, con la luce del sole e con l’aria. Ciò permette l’arricchimento dei fanghi in sali minerali e la crescita sulla superficie di speciali alghe alle quali è legata tanta parte dell’efficacia terapeutica dei fanghi stessi. Il processo di maturazione trasforma i fanghi in veri e propri farmaci che si differenziano dai fanghi non maturi per caratteristiche chimiche, fisiche, biologiche e terapeutiche del tutto specifiche. Sali e proprietà fisiche sono tradizionalmente indicati come all’origine delle attività farmacobiologiche dei fanghi termali: rilassamento muscolare, effetto termico sui tessuti del corpo umano, aumento locale della circolazione sanguigna, aumento del metabolismo, attività antinfiammatoria, azione di protezione delle cartilagini sono alcuni dei benefici apportati dai trattamenti con i fanghi.

FOTO: TERME GRATIS IN ITALIA, RELAX A COSTO ZERO
 
I DINTORNI. Diffuse praticamente su tutto il territorio della regione, le Terme dell’Emilia Romagna sono vere e proprie destinazioni turistiche poiché, ad una vacanza benessere, potrete unire la possibilità di visite alle città d’arte, fare escursioni enogastronomiche, trekking nei parchi o tour dei castelli. La località più conosciuta è senz’altro Salsomaggiore Terme (Pr), al centro dei due importanti itinerari delle Terre Verdiane e dei Castelli del Ducato. Le Terme della Salvarola (Mo), si trovano invece a soli 10 minuti da un’altra celebre attrazione, Maranello, mentre chi sceglie le Terme Felsinee, le Terme di San Luca e le Terme di San Petronio non potrà esimersi dal visitare la bellissima città di Bologna.  Nel cuore della Romagna a 15 minuti da Forlì, ecco le famose Terme di Castrocaro (Fc) dove ci si può immergere nelle piscine termali anche di sera, mentre nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi è incastonato Bagno di Romagna (Fc),  un delizioso paesino degli Gnomi con bosco omonimo, all’interno del quale si dipana un sentiero dedicato ai bambini pieno di sagome e installazioni. Chi predilige le località marittime, può invece optare fra Riminiterme e Riccioneterme, unendo al benessere un po’ di mondanità.

INFORMAZIONI
COTER srl,
Consorzio del Circuito Termale dell’Emilia Romagna
Numero Verde 800 888850
info@termemiliaromagna.it
www.termemiliaromagna.it

Leggi anche: A Modena, Capodanno italiano!

*****AVVISO AI LETTORI******  
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook 
Saperne di più su BENESSERE
Correlati per regione Emilia Romagna
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100