Cerca nel sito
  / HOME
Parco Mont Avic, paradiso della natura

Parco Mont Avic, paradiso della natura

Il primo parco naturale della Valle d'Aosta è quello del Mont Avic, paradiso della natura ancora incontaminato, che offre al visitatore spettacoli di rara bellezza tra decine di laghi, distese di pini, larici e faggi ed una fauna che comprende tutti i più noti animali a diffusione alpina.

Parc Mont Avic
Courtesy of ©Parco Naturale del Mont Avic
Risale al 1989 l’istituzione del primo parco naturale della Valle d’Aosta, il Parco del Mont Avic, con l’obbiettivo di conservare le risorse ambientali presenti nella medio alta valle del Torrente Chalamy, del comune di Champdepraz. Paradiso della natura ancora incontaminato, modificato dall’uomo solo in maniera marginale, ospita la più estesa foresta di pino uncinato della regione, distese di pino silvestre, larici e faggi, che offrono al visitatore uno spettacolo di rara bellezza, decine di laghi e una fauna che comprende tutti i più noti animali a diffusione alpina.

Le straordinarie risorse naturali del Parco Mont Avic sono un invito continuo a provare le numerose attività, che soddisfano in ogni stagione tutti i gusti, indifferentemente dall’età. E’ con l’arrivo della neve, però, che si assaporano al massimo la bellezza e l'atmosfera di questi luoghi. Per gli amanti delle escursioni che desiderano scoprire la montagna in veste invernale è possibile passeggiare all'interno del Parco grazie alle moderne racchette da neve, create appositamente per facilitare gli spostamenti anche su neve profonda.

Pendii mai troppo ripidi si trovano nel territorio della valle del torrente Chalamy, con gli itinerari che si svolgono per la maggior parte all’interno del bosco, dove interessante è osservare le orme lasciate dagli animali sulla neve fresca. Le escursioni sono diversificate per difficoltà e lunghezza: vanno dalla semplice passeggiata fino al giro di più giorni con pernottamento in rifugio. Se si ha voglia di un’esperienza davvero fuori del normale si può anche pernottare in igloo.

Neve più soffice e pendii meno aperti si trovano all’interno del bosco, sul versante di Champorcher, notoriamente più adatto per lo sci alpinismo, ma anche per calzare le racchette da neve risalendo magari fino all’alpeggio della Serva Desot, raggiungendo come meta finale il Rifugio Barbustel. L’unica sistemazione per turisti situata proprio all’interno del parco è quella offerta dall’Hotel Parc Mont Avic, che si trova al 1300 metri di altezza. La struttura è inserita in un piccolo villaggio che riprende la tipica architettura di montagna. Circondato da pascoli e boschi, l’albergo offre attività eco compatibili per ogni stagione, sempre in sintonia con la natura: niente auto e niente impianti, ma solo i propri piedi, con l’ausilio di sci e ciaspole, per immergersi in maniera totale in un mondo incantato.
Correlati per regione Valle d'Aosta
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100