Cerca nel sito
  / HOME
Islanda a caccia di aurore boreali

Islanda: come garantirsi un'aurora boreale

Inverno magico vicino al Polo. Si prepara il fenomeno dell'aurora boreale invernale ed è meglio prenotare fin da ora, mentre a Reykjavik la movida non si ferma fino al mattino.

Aurora boreale
Neve, ghiaccio, tra vulcani, geyser e lagune naturali d'acqua calda, a pochi chilometri di distanza dal Circolo Polare Artico.  L'inverno in Islanda è davvero magico e per viverlo ancora di più niente di meglio di assistere allo splendido fenomeno dell'Aurora Boreale. L'Islanda è una delle mete più richieste per osservare lo spettacolo naturale del cielo nella stagione invernale. Meglio prenotare fin da ora per assicurarsi un posto in prima fila e soprattutto il tempo sufficiente per  riuscire a vederlo. Non sempre si è fortunati al primo tentativo. E' infatti necessario che il cielo non sia coperto e nuvoloso. I mesi in cui si può osservare sono da ottobre a febbraio. Tanti gli operatori che d'inverno propongono tour guidati. Alcuni durano giorni altri solo alcune ore, ma in questo secondo caso, bisogna davvero trovare la serata giusta.

Tra i tour più interessanti  quelli  della locale compagnia Borea Adventures. D'inverno organizza sei  giorni nei West Fjords, per osservare il fenomeno. Quella dei Fiordi dell'Ovest è una delle zone più selvagge e affascinanti d'Islanda dal punto di vista naturalistico. Bisogna partire ben equipaggiati e in proposito il tour operator fornisce consigli e indicazioni.  L'operatore islandese Icelandtotal.com, del gruppo Icelandair, mette online pacchetti e offerte anche last minute.  C'è poi chi organizza tour di 8-10 ore con partenza all'ora di pranzo dalla capitale Reykjavik come l'islandese Nature Explorer che offre anche itinerari sui ghiacciai d'inverno.

Ma l'inverno in Islanda non è solo sinonimo di neve e ghiaccio. Reykjavik non dorme mai ed è nota, tra le città del Nord Europa, come una delle più vivaci, soprattutto il venerdì e il sabato. I suoi abitanti, moltissimi i giovani, amano uscire la sera e passare da un locale a un altro per ballare e bere un drink fino all'alba. A parte i club, l'ingresso nei pub e nei dj bar non è mai a pagamento.  La maggior parte dei ritrovi si trova tra le strade Bankastraeti e Laugavegur. Kaffibarinn è uno dei locali più popolari del momento ed è l'ideale per una birra prima di cena o per ballare e ascoltare musica dopo le 23.

A cena, un posto davvero speciale ricavato da un appartamento, a pochi passi dal parlamento islandese è Vid Tjornina. In menu pesce servito in una atmosfera di altri tempi, le stanze come quelle di una casa privata. Per chi ama la musica molto divertente è il dj bar Boston, locale in legno decorato, su due piani al 28 di Laugavegur. Poco distante, al numero 30 il Dillon è il posto giusto per la musica dal vivo. Gli islandesi amano suonare e sono tante le band locali di qualità che si esibiscono nei locali. Per saperne di più il settimanale The Reykjavik Grapevine offre informazioni su mostre, concerti, ristoranti e divertimento nella capitale.

Leggi anche
Artico off-limits: le più belle foto
Mal d’artico: gli spettacoli dell’inverno polare
Una vacanza in Islanda a prova di vulcano
La terra dei geyser
Reykjavik, capitale del divertimento

Informazioni
www.visiticeland.com
Saperne di più su
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100